2011 - Visto da YouBrindisi.it

Brindisi, 14 agosto 2011. Encomiabile iniziativa! Assolutamente da non perdere il tour in motobarca nel porto interno della città di Brindisi, che, oltre a far apprezzare la città da un'altra prospettiva godendo delle descrizioni della competente guida, fornisce l'opportunità di visitare il meraviglioso "Castello Alfonsino - Forte a mare" e la "Cripta del Monumento al Marinaio d'Italia", grazie a due fermate.

Quando si attracca al molo del "Forte a mare" la sensazione è di essere in un altra terra, quasi reduci da un viaggio molto più lungo. Ti conduce in un'altra dimensione la bellezza e varietà della costruzione. Le bocche di fuoco, la darsena, lo stemma, l'isola di Sant'Andrea, i due baluardi (uno rotondo, quello verso l'interno, uno triangolare, verso l'esterno) la sala con camino e lavabo con stipiti in pietra, le sale che permettono di dipanare il percorso nelle varie parti della fortezza, la vista sopra la torre, ti fan rivivere la centralità della città di Brindisi di un tempo e l'importanza di questo avanposto difensivo. Peccato che non sia completamente visitabile (è in corso d'opera il restauro?) e che il luogo sia campo di azioni vandaliche (per il punto decentrato ed un'inesistente protezione?).

Suggestiva è anche la visita alla "Cripta del Monumento al Marinaio d'Italia", dove si commemorano i marinai ed i mezzi navali caduti nei diversi conflitti bellici, I e II Guerra Mondiale e altri. Anche qui, Chiara Mazza (che oltre a far da guida è parte dell'organizzazione) illustra e approfondisce lo spirito della costruzione con competenza e dovizia di particolari mai fini a se stessi, resi per far calare maggiormente i visitatori nel respiro e nel valore del monumento.

Al rientro, dopo il secondo attracco, tra la luce particolare del tramonto del mare interno di un braccio del Porto di Brindisi e la piena soddisfazione, ammirando il quartiere Casale, poi il Castello Svevo, il quartiere Le Sciabiche, l'Hotel Internazionale, la scalinata Virgiliana, le Colonne Romane, il tour, di ben due godibilissime ore, si conclude. Un intenso applauso dei visitatori, prima di scendere sulla terraferma, è sintomo di grande apprezzamento. (YB)