Uno spaccato della brindisi romana, resta visibile al di sotto del nuovo Teatro Verdi le cui fondamenta poggiano tra le domus romane e che per questa ragione è definito come teatro sospeso.

Al suo interno, dal foyer, una parte della pavimentazione in cristallo permette di ammirare lo scavo.

Nell’area archeologica si ripercorre la vita dell’antico quartiere romano: la strada basolata conserva i solchi delle ruote dei carri che quotidianamente percorrevano l’abitato, le case, i mosaici e l’impianto termale di cui resta visibile la zona del calidarium e del frigidarium.