Il Museo Archeologico, intitolato a Francesco Ribezzo, studioso di civiltà messapica, conserva in varie sezioni le testimonianze storiche ed archeologiche legate al territorio brindisino che vanno dall’epoca preistorica, alla messapica a quella romana.

Nella sua prima istituzione venne allestito all’interno del Tempietto di S. Giovanni al Sepolcro nel 1884, raccogliendo inizialmente le donazioni di alcuni collezionisti locali, per poi accogliere gli innumerevoli reperti restituiti dalle campagne di scavo sul territorio e risultando così troppo piccolo per contenere tutti i reperti. Si pensò quindi di costruire un edificio più ampio e più adeguato, proprio quando in piazza Duomo si stava abbattendo il vecchio ospedale civile per costruirvi un edificio che avrebbe ospitato la Biblioteca Provinciale e il Provveditorato agli studi.